Periodico di informazione, cultura, opinioni

Rozzano Anno VI - N. 1 – Gennaio 2019

Anno VI- n.1 – Gennaio 2019

Distribuzione Gratuita

Registrazione al Tribunale di Milano n. 70 del 17.03.2015

Edito dall’Associazione  Rozzano Oggi

 

Direttore: Adriano Parigi

Direttore Responsabile: Elisa Murgese

Redazione: Stefania Anelli, Gabriele Arosio, Niccolò De Rosa, Daniela Giannoccaro, Giuseppe Foglia, Marco Garritano, Fiorella Gebel, Marco Masini, Elisabetta Martello, Lorenzo Parigi, Franco Spiccia, Gigliola Zizioli  

Mail: posta@piazzafoglia.it

www.piazzafoglia.it

Casella di testo: Caro J — Ax

Gabriele Arosio

Caro J-Ax, mia figlia tredicenne ti adora. Ha trovato molto bella la canzone TUTTO TUA MADRE che hai dedicato a tuo figlio e spesso mi impone di ascoltarla in macchina.

Anch’io la trovo molto bella. Come ogni sincero racconto di riscatto dal dolore e dalla prova suscita speranza, comunica gioia.

Ecco ti scrivo, caro J-Ax per dirti invece che non ho trovato speranza nella tua intervista al Corriere per Natale.

Hai dichiarato: “Oltre alla fattoria degli animali, per Natale ho chiesto per mio figlio un mondo senza Matteo Salvini”. E così hai motivato la tua espressione: “Deluso da chi passa la vita a trovare il modo per impedire che altri siano felici per assecondare la sua chiusura mentale”.

Ho saputo che naturalmente le tue frasi hanno suscitato un’ondata di sdegno e che tu e la tua famiglia siete stati oggetto anche di minacce di morte. Cose orrende purtroppo ormai sdoganate come sfogo della propria infelicità.

Beh voglio dirti francamente che hai sbagliato.

Alla violenza che tu trovi nelle parole e nelle decisioni politiche di Salvini, tu hai opposto altrettanta violenza. Alla sua volontà di escludere, chiudere, ergere muri, hai replicato: allora eliminiamolo, cancelliamolo.

Si chiama violenza mimetica.

Ed è ciò che di più distruttivo si possa immaginare, apre a spirali che possono divenire incontrollabili.

Mia figlia e tuo figlio hanno bisogno di felicità certo. Ma la troveranno solo se daremo loro una speranza.

Se consegneremo loro un mondo in cui c’è spazio per tutti. Proprio come lo vuoi tu: senza chiusure né mentali né fisiche.

Caro J-Ax, io sono un cristiano. Le tue parole mi sono dispiaciute ancora di più perché sono state pronunciate in occasione della festa di Natale, che è per me la buona notizia che Dio abita il mondo in cui vivo e il cuore di tutti gli uomini.

Tanti anni fa un uomo straordinario, Martin Luther King, ha pronunciato la vera parola, l’unica in grado di generare quella felicità che tu e io vogliamo per i nostri figli e per questo mondo: la parola INSIEME.

“Dio dobbiamo cercarlo. Siamo stati fatti per Lui e rimarremo inquieti finchè non troveremo riposo in Lui. E stamattina vi dico che questa è la convinzione che mi ha fatto andare avanti. Il futuro non mi preoccupa e non mi preoccupa nemmeno la questione della razza. L’altro giorno ero in Alabama e ho iniziato a pensare a quello Stato, dove ci siamo dati tanto da fare e invece verranno rieletti i Wallace [marito e moglie, governatori che sostenevano la segregazione razziale]. E anche in Georgia, dove sono nato, abbiamo un governatore impresentabile come Lester Maddox. Cose di questo genere possono farvi sentire confusi, ma non mi preoccupano. Perché il Dio che venero è un Dio che sa dire anche ai re e ai governatori: “Fermatevi e sappiate che io sono Dio”. E Dio non ha ancora consegnato questo universo a Lester Maddox e a Lurleen Wallace. Da qualche parte ho letto: “Del Signore è la terra e quanto contiene” e andrò avanti perché ho fede in Lui. Non so cosa mi riserverà il futuro ma so chi lo governa. E se Lui ci guiderà e ci terrà per mano, andremo avanti INSIEME”.

Caro J-Ax non so se tu sei credente in Dio, ma non importa.

Nella tua bella canzone dici che tuo figlio è una magia, grazie a lui hai buttato via tutte le tue paure, hai riconquistato fiducia nel mondo e con lui vuoi andare incontro al futuro.

Ecco una fede ce l’hai anche tu.

Il mondo non è di Salvini. E’ di tuo figlio, delle mie figlie. Prendiamoli tutti per mano per portarli a giocare su un prato per lanciarli lontano con la forza di un missile.

Giustizia

Il Decreto Sicurezza e la protesta dei sindaci: due tipi di propaganda

Locale/Globale

Beni in Comune. Una proposta di legge e una riflessione su Rozzano e le sue partecipate

Società

Caro J — Ax

Società non sportiva. Riflessioni sui fatti di via Novara e sui valori dello sport

Società

Globale

No alla secessione dei ricchi

Un appello e una petizione

Sun Records

La culla del rock

Cultura